Biancaneve spegne 80 candeline! Curiosità su di lei!

Oggi parliamo di Biancaneve...
Nel 1937 Walt Disney ha portato sul grande schermo e al pubblico di tutto il mondo, una storia romantica, magica...! è stato il primo lungometraggio Disney fatto di magia, di mele, di baci e una matrigna irascibile...ma secondo voi Biancaneve dimostra i suoi 80 anni? io dico di no, voi che ne pensate?


sapevate che la storia di Biancaneve potrebbe essere ispirata a fatti realmente accaduti?
Diversi ricercatori hanno tentato di mettersi sulle tracce della "vera" Biancaneve, la cui storia, tramandata di generazione in generazione, è stata modificata e arricchita di elementi dalla fantasia popolare, e sarebbe poi giunta fino ai giorni nostri tramite i Fratelli Grimm e Walt Disney, con la versione che ora noi conosciamo!




Sono molte le tesi riportate dagli studiosi, ma quella piu' "plausibile", è la tesi secondo la quale Biancaneve sarebbe stata la figlia di un importante magistrato tedesco, nata a Lohr e il suo vero nome era Maria Sophia Margaretha Catherina von Erthal....
il nome Mary Margareth non vi ricorda nulla?? ma certo è la nostra Biancaneve dalla serie TV "Once upon a time"!!




Secondo gli studi, la piccola aveva perso la madre in tenera età e suo padre si era risposato con una nobildonna di nome Claudia Elisabeth von Reichenstein, che aveva usato la sua nuova posizione sociale per favorire i suoi figli nati dal primo matrimonio, a scapito della giovane Maria Sophia.
Nella fantasia popolare la matrigna di Biancaneve, divenne una donna malvagia e cattiva, una strega, capace di tutto.


Un personaggio ispirato a questa storia, è stato riproposto nella stessa serie TV, con Regina Mills, ovvero la Regina Cattiva, insieme a Biancaneve, il Principe azzurro e chi più ne ha più ne metta!




Pare che Biancaneve sarebbe stata addirittura costretta a lasciare il palazzo per vivere nei boschi attorno al castello; nella zona, inoltre, erano presenti molte miniere, nelle quali, data la ristrettezza dei cunicoli, lavoravano persone di statura molto bassa o addirittura bambini: da qui sarebbero derivati i sette nani della storia.

Secondo gli studi effettuati Maria Sophia Margaretha Catherina von Erthal morì di vaiolo pochi anni dopo; l'avversione dei suoi concittadini per la matrigna inasprì la figura della matrigna stessa a vantaggio di Maria Sophia, che venne dipinta come una martire; la sua storia venne tramandata di generazione in generazione in forme simili a quella poi raccolta dai Grimm, che attualmente conosciamo.




Il castello dei von Erthal è ancora esistente ed un'attrazione turistica, è un grande castello nella Bassa Franconia nella città di Lohr am Main nella regione della Baviera in Germania. Attualmente è sede del Museo Spessart, questo castello bavarese era la casa natale di Maria Sophia Margaretha Catherina von Erthal.










Inoltre ai visitatori viene mostrato il cosiddetto "Specchio parlante", che il padre di Maria Sophia avrebbe regalato alla matrigna: si tratta di un giocattolo acustico in voga nel '700, un giocattolo in grado di registrare e riprodurre le frasi pronunciate da chi si specchiava. Esso sarebbe alla base dello "Specchio Magico" della matrigna. All'epoca molti contadini che sentivano parlare di questo strano oggetto parlante credevano si trattasse di magia, in realtà era una semplice "invenzione"!


Anche questo oggetto è rappresentato nella serie tv, con il personaggio di Sidney Glass, lo specchio magico!






GIOCHI DIVERTENTI clicca qui

Parleremo ancora di altre simpatiche curiosità....






indirizzo email: cestchic.ch@gmail.com

IL NOSTRO BLOG SI INTERESSA DI CRESCITA PERSONALE. SEGUICI E CONDIVIDI CON NOI LE TUE ESPERIENZE