Diario di Viaggio: Kenya

Il Kenya è senza dubbio uno dei luoghi più affascinanti in cui mi sia capitato di viaggiare. Tuttavia, paradossalmente, è anche quello che ho trovato più difficile da affrontare... 
sarà stato per via dei Safari che a tratti ho trovato faticosi, o per le zanzare o per il caldo... non lo so, ma adesso mentre scrivo questo articolo penso solo che vorrei ripartire!!

Per un viaggio di questo tipo ci vuole un po' di tempo, quantomeno per assaporare a pieno le bellezze che il Kenya ha da offrire: io ho trascorso più di due mesi circa, tra acque cristalline, città e "animali fantastici" (ma non quelli descritti da J.K. Rowling, quelli veri!!!)
Inutile dire che ci sono molte alternative al viaggio che ho intrapreso io, ovvero lungo e a tratti impegnativo: potete scegliere di fare solo un safari oppure solo vacanza relax in uno dei favolosi resort.
Io cercherò di raccontare la mia esperienza, i luoghi che ho visitato e spero che vi piacciano!

Il Kenya offre innumerevoli occasioni di relax, divertimento, sport e avventura, attraverso uno scenario paesaggistico eccezionale che comprende catene montuose, aree desertiche, praterie verdeggianti, savane  e spettacolari litorali marittimi.


Specifichiamo che il Kenya ospita più di 60 tra parchi naturali e riserve quali Amboseli,  Tsavo, Masai Mara,  solo per citare i più celebri, (quindi c'è un'ampia scelta, più tardi vi descriverò quelli che ho visitato io) a cui si affiancano città cosmopolite come Nairobi e Mombasa,  e una costa assolata bagnata dalle calde acque dell'Oceano Indiano. 

In Kenya si possono trovare i Resort più esclusivi, uniti alle lunghe spiagge bianche in un ambiente internazionale; a Watamu si respira ancora il clima dell'Africa quella vera, non invasa dal turismo di massa in cui l'atmosfera è rilassata e il trascorrere del tempo è segnato dal sole.
L'esperienza più emozionante riservata al Kenya e quella del safari, indimenticabile avventura durante la quale si avrà modo di incontrare i veri protagonisti di questi luoghi: gli animali.




Situato sulla costa orientale dell'Africa, le sue coste a est sono lambite dell'Oceano Indiano mentre a ovest dal Lago Vittoria. 
Imponente il fenomeno delle maree quando per due volte al giorno l'oceano si ritira per centinaia di metri lasciando scoperto il fondale marino, è qualcosa che davvero lascia senza fiato! .
Le passeggiate fino alla barriera corallina, durante la bassa marea, vi stupiranno per la bellezza dello scenario che si presenta. Quando sarete sul posto vi consiglio di consultare il calendario locale con gli orari giornalieri della bassa e dell'alta marea.



Il clima è tropicale con temperature tra i 24°C e i 30°C circa. La stagione più umida, detta delle "grandi piogge", va da aprile a fine giugno, mentre la stagione delle "piccole piogge" copre i mesi di ottobre e novembre. La stagione più calda comprende i mesi di gennaio fino a marzo, mentre lungo la costa le temperature sono elevate anche settembre e ottobre.

è il luogo perfetto per un San Valentino romantico bagnati dalle calde acque dell'Oceano o immersi in un'avventura grazie all'esperienza indimenticabile del Safari!



Non è richiesta alcuna vaccinazione obbligatoria, ma è sempre buona abitudine portare con sé i farmaci di uso personale e i medicinali più comuni, difficilmente reperibili sul luogo come disinfettanti intestinali, antibiotici a largo spettro, repellenti per insetti e creme solari.



La lingua ufficiale è il "kiswahili", l'inglese è la seconda lingua.

La moneta locale è lo scellino keniota.  Dollari americani stampati dopo il 2006 sono generalmente accettati come le principali carte di credito con una commissione variabile tra il 5% e il 10%.

Le prese hanno 3 fori, quindi portate con voi un adattatore con le lamelle piatte di tipo inglese.


Safari in Kenya 


Kenya ospita più di 60 parchi tra riserve naturali, parchi nazionali, parchi marini, ranch privati, pertanto sembra ovvio dire che la parola Safari equivale a dire Kenya.  

Trovarsi immersi e circondati dal silenzio della natura con davanti agli occhi l'incredibile scenario del paesaggio degli animali è un'esperienza possibile solo in Africa.

Gli spettacolari e variopinti panorami diurni lottano per fascino con lo spettacolo della savana di notte.  
Di notte ho potuto osservare un cielo stellato come mai mi era capitato, in cui miliardi di stelle fanno capolino e la luce del Sole viene sostituita da quella pallida della Luna.  Non è un caso che nella lingua locale la parola "Safari" significa "viaggio" e sia utilizzata in tutto il mondo. 

Sarebbe impossibile tentare di descrivere le emozioni quando si fa parte della savana: Forse l'unica parola che si avvicina più delle altre è "armonia", è come assistere ad un concerto in cui ogni strumento suona le sue note in perfetta armonia con tutti gli altri!



Per aiutarvi a godere appieno dell'esperienza unica del safari vogliamo darvi qualche consiglio utile:

  • il bagaglio deve essere pratico, è quindi sconsigliato portare valigie grandi e/o rigide che occupano spazio e corrono il rischio di rovinarsi meglio un borsone o uno zaino.
  • L'abbigliamento consigliato prevede per il giorno indumenti pratici e leggeri, di cotone o lino, dai colori neutri, scarpe comode e basse o scarponcini chiusi, occhiali da sole e cappello.  All'imbrunire  è meglio optare per maglie o camicie con maniche lunghe e calzoni fino alla caviglia, per evitare le punture di zanzare.  Gli abiti più pesanti sono riservati per la sera quando la temperatura inizia a calare.
  • È consigliabile dotarsi di un buon repellente per le zanzare e creme solari ad altissima protezione.
  • È sconsigliabile portare con sé oggetti di valore.
  • Cellulari spesso non hanno copertura di rete.
  • Gli autisti e le guide delle escursioni parlano inglese ma in genere comprendono e parlano anche l'italiano. (tutte le vetture utilizzate per il safari sono in contatto radio con la base a Malindi).

Parchi nazionali

Lake nakuru National Park

Questo luogo offre ai visitatori, oltre alla presenza dei tipici animali della savana, uno degli spettacoli ornitologici più belli del mondo: centinaia e centinaia di fenicotteri rosa popolano il suo bacino per nutrirsi di alghe e dipingono di rosa il cielo quando spiccano il volo lasciando gli spettatori senza fiato davanti a uno spettacolo di fascino naturale incredibile.



Amboseli National Park



L'Amboseli National Park è uno dei parchi Safari  più rinomati al mondo,  in primis per via del celeberrimo monte Kilimangiaro,  con la sua cima sempre innevata a 5895 metri è la più alta di tutta l'Africa. 
Complessivamente il paesaggio dell'Amboseli risulta piuttosto vario:  ad alcune zone piuttosto desertiche si  alternano aree di rigogliosa vegetazione.   Il parco è soprannominato anche "Terra dei Giganti" per i suoi 1500 elefanti, una concentrazione superiore a tutti gli altri parchi. Questo parco offre ai turisti, tra le numerose specie animali e vegetali, la possibilità di incontrare il rinoceronte nero (devo dire che gli elefanti un pochino più socievoli dei coinquilini presenti nel parco, ovviamente li capisco! A nessuno piace avere estranei in casa propria! ma andiamo avanti).



Masai Mara National Reserve


Il Masai Mara è una vera esplosione di colori con le sue migliaia di piante tropicali dalle forme particolari e dai colori vivacissimi; tra colline verdeggianti e pianure erbose attraversate dal fiume Mara, da cui prende il nome insieme alla tribù Masai che abitava l'attigua zona del Serengeti.   L'area è nota per la migrazione di gnu e zebre nei mesi di aprile e ottobre.



Tsavo National Park

Il parco è caratterizzato da una grande varietà di paesaggi: foreste fluviali, montagne, laghi e vaste pianure. Qui si possono trovare animali come: Leopardi, antilopi, elefanti, ippopotami, coccodrilli e uccelli acquatici.  

Piccola perla: Tra le meraviglie da non perdere sulla costa settentrionale del Kenya c’è il Canyon di Marafa...




Continua a seguire i nostri interessanti articoli...

La Vita Segreta degli Alberi

La Vita Segreta degli Alberi

Come fanno gli alberi ad avere una vita segreta? Sono là, all'aria aperta, noi facciamo di  loro cio che vogliamo; siamo inconsapevoli della loro vita, di come respirano, di come si amano e di come ci amano. Ho cominciato anni or sono ad avere l'impulso di andare ad abbracciare gli alberi. L'ho appena fatto stamattina, mentre mi recavo al supermercato, nei pressi dell'ingresso c'è un bel parco giochi, un piccolissimo giardino boschetto, come al solito non scelgo, quantomeno non una scelta ragionata, bensi una scelta di pancia. Ho risposto al suo richiamo, un bellissimo albero maestoso, con le mia braccia riuscivo ad abbracciarne neppure la metà. Ma che bel respiro! Senza parole, una trasmissione di energia, uno scambio amorevole. Per me non è un segreto, non so come ci sono arrivata a tutto questo, è cominciato tutto in modo naturale e cosi voglio che continui. Sono convinta come l'autore che gli alberi hanno una vita vera, che non è solo vegetale. Se cosi non fosse non si ammalerebbero. Purtroppo l'essere umano, nonostante, e con la sua intelligenza, non riesce a rispettare questi esseri viventi. Dimenticando quanto invece dovremmo Si lasciano trasportare dall'avidità. La natura esige rispetto. Tutto per la casa con vista sul panorama roccioso...e magari i proprietari in quella casa ci staranno poche ore al giorno gustando poco la meravigliosa vista. Ma un panorama non si puo gustare, senza doverlo per forza possedere? Gli alberi hanno una vita segreta finchè noi saremo volutamente ciechi, ma ciechi pur vedenti. La cecità volontaria. Non serve chissà quale maestria, solo un silenzioso momento vicino ad un albero...un po per volta, si comincia ad apprezzare, respirare, curare, sentire. Raccogliere una carta che vediamo intorno, un piccolo gesto che aiuterà gli alberi a respirare meglio, e se loro sono sani lo saremo anche noi. Questo libro+seminario servirà ad approfondire e a confermare queste mie sensazioni. A mettere la conoscenza vera insieme all'amore che nutro per  gli alberi. Sapere quando e come dormono, come si nutrono, come si ammalano e come guariscono, servirà a relazionarmi con gli alberi con una consapevolezza in piü che mi permetterà di portare ancora piu rispetto verso di loro.





indirizzo email: cestchic.ch@gmail.com

Crescere è : Sono connessa alla Terra e all'Universo col Cuore, Amo essere Qui, trovarmi Qui, quando Amo la Terra Amo la mia Bambina Interiore. Ecco: l'Abbondanza di Amore ed Economica. Cosi è! (n.d.r.)©

Proprietà del limone

Le proprietà del limone: consigli per il suo utilizzo e tanto altro...e i benefici per il corpo



È il più noto e usato tra tutti gli agrumi; originario dell’India settentrionale, si è poi diffuso in tutte le regioni con clima temperato. Sembra che in Italia fece la sua comparsa intorno al IX - X secolo, con le invasioni arabe. 

La pianta, un albero sempreverde, può produrre fino a tre volte in un anno: la prima porta a maturazione i frutti, detti “primo fiore”, in ottobre; la seconda produce a marzo limoni di minor pregio, detti “bianchetti”; infine la terza, in giugno e luglio, dà frutti dalla buccia verdognola anche a maturazione e per questo sono chiamati “verdelli”.

Esistono molte varietà di limoni, ma tra tutti hanno ottenuto l’IGP il limone “Costa d’Amalfi”, quello di “Sorrento”, il "limone di Siracusa" e il “Femminello del Gargano”. 
Doccia Cremosa al Limone
8,90 €


Il limone, tra tutti gli agrumi, è quello che ha una maggiore concentrazione di vitamina C (addirittura 60 mg ogni 100 gr); poiché è costituito prevalentemente di acqua, il suo apporto calorico è assai scarso. Questo agrume è preziosissimo anche in cucina: è indispensabile per evitare l’ossidazione (annerimento) di verdure e frutta, ed è un valido sostituto dell’aceto nella preparazione di alcune salse, in cui entrambi si possono usare indifferentemente. 




Il limone in cucina...

È migliore dell’aceto, invece, per condire pesci, crostacei e verdure dal sapore delicato. Il succo di limone è utilizzato anche per “cuocere” carne cruda, macinata o in carpaccio, e pesce crudo.
Ma non solo: è ottimo per realizzare delle marinate anche di carni scure o selvaggina anche perché ha la caratteristica di riuscire a togliere quel classico sapore di selvatico non a tutti gradito.
Non esagerate nell’uso del succo sui cibi, perché ne potrebbe spegnere il sapore.
Anche in pasticceria il limone è un prezioso alleato: è indispensabile per confezionare sorbetti e gelati; la sua buccia è onnipresente, grattugiata in impasti per torte e creme e la sua essenza è utilizzata in bibite e caramelle varie.
Infine la “classica” bevanda del sud d’Italia: il limoncello, un liquore originario della Campania, generalmente servito nei ristoranti a fine pasto, preparato con succo di limone, alcol e zucchero.
Aromaterapia e limone...
Nell'aromaterapia viene indicato come rinfrescante, tonico per la circolazionebattericidaantisettico, valido per abbassare la pressione arteriosa, utile per eliminare verruchecalli, gengive infiammate, per curare artrite e reumatismivene varicoseraffreddoreinfluenza. Era reputato indispensabile nella cura dello scorbuto, cosa ben nota tra i marinai che non mancavano di approvvigionarsi di limoni prima di ogni viaggio impegnativo.

Utilizzo del limone in cosmesi 

Oltre alle numerose proprietà, il limone può essere utilizzato in cosmesi per tonificare la pelle del viso, poiché è un ottimo astringente contro le piaghe e i foruncoli; è anche un ottimo coadiuvante cosmetico in caso di cellulite e aiuta a ridurre le macchie cutanee. Mischiato insieme al miele, il limone è in grado di evitare l’eccesso di sebo in pelli grasse, proprio grazie alla sua azione emolliente che ne facilita la penetrazione dei principi attivi, principali responsabili di infiammazioni e brufoli. L’olio cosmetico di limone se utilizzato regolarmente per almeno 20 giorni consecutivi, migliora l’aspetto del contorno occhi: basta applicarlo la sera, ad occhi chiusi, con un leggero massaggio circolare.
Succo di Limone
Succo di Limone
2,50 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

🍋🍋🍋🍋🍋🍋🍋🍋🍋🍋🍋

indirizzo email: cestchic.ch@gmail.com

Crescere è : Sono connessa alla Terra e all'Universo col Cuore, Amo essere Qui, trovarmi Qui, quando Amo la Terra Amo la mia Bambina Interiore. Ecco: l'Abbondanza di Amore ed Economica. Cosi è! (n.d.r.)©


🍋🍋🍋🍋🍋



la-magica-dieta-del-limone/riza

Come preparare la valigia senza stress!

Buongiorno amici...
State progettando dei giorni di vacanza, un weekend o una settimana in qualche capitale? Bene! abbiamo prenotato l'alloggio? si! quindi...cosa manca ancora? ah! ma certo: dobbiamo preparare la valigia... e sappiamo già che dovremo puntualmente sederci, sdraiarci sopra (e chi più ne ha più ne metta) per farla chiudere vista tutta la roba che c'è dentro!!!
ma oggi parleremo proprio di questo: come preparare la valigia senza stressarci troppo...pronti? andiamo!

Lista

Stilare una lista di ciò che vi occorre, e che avete intenzione di mettere in valigia, aiuta a riordinare le idee, a decidere cosa indossare per il viaggio, e accertata la quantità di roba a scegliere le dimensioni della vostra valigia

Il tipo di valigia

Scegliere il tipo di valigia anche in base ai mezzi di trasporto è importante; mi spiego meglio, se viaggiate in aereo ok a trolley o valigie con ruote, ma nel caso di un viaggio in macchina meglio scegliere un bagaglio morbido o borsone perchè si incastra più facilmente.

Lo stretto indispensabile

Ti bastan poche briciole, lo stretto indispensabile....ehm ok!! torniamo a noi, evitate di riempire la valigia con oggetti e vestiti che infondo sapete già che non utilizzerete, ingombrano, fanno volume e peso inutile...

Etichette

Di solito si utilizzano le etichette solo nei viaggi in aereo, io vi consiglio di mettere delle etichette sul bagaglio con nome, cognome, indirizzo e cellulare anche nel caso viaggiaste anche con altri mezzi.

Il proprio bagaglio

se viaggiate in coppia, con dei bambini, o comunque con altre persone, cercate di fare in modo che ognuno abbia la propria valigia: è un modo per non sovraccaricare il peso di una sola valigia ed evitare di pagare sovraprezzi in aeroporto, potete preparare per i bambini un mini trolley così impareranno a portare il proprio bagaglio. 

Arrotolare i capi

per risparmiare spazio, evitare che ci siano pieghe su abiti e pantaloni e salvare gli accessori potete arrotolare i vestiti incastrandoci all'interno gli accessori.

Lingerie

Per la lingerie usate una pochette o un sacchetto pulito così non sarà sparpagliata qui e là in valigia.

Creme e prodotti liquidi

Per precauzione, nel caso in cui decideste di portare con voi dei prodotti per il corpo, assicuratevi che i tappi siano ben sigillati e poi chiudeteli in un sacchetto di plastica resistente. Questo per prevenire la fuoriuscita del prodotto, e macchie sui vestiti nel caso in cui una bottiglia si rompesse durante il viaggio.

Sacchetto

Portate con voi un sacchetto vuoto, servirà per metterci dentro la biancheria sporca.

Bagaglio a mano/Borsa

Vi consiglio di imparare a memoria quest'ultimo consiglio, perchè negli aeroporti "ho visto cose che voi umani"... ehm comunque dicevamo...molte compagnie aeree impongono di portare un bagaglio piccolo, nessun problema, noi sappiamo mettere in un bagaglio piccolo tutto il necessario.
ci sono delle piccole semplici regole:
Portare SEMPRE SEMPRE, ripeto SEMPRE con sé nel bagaglio a mano i seguenti oggetti: Cellulare, portafogli (con documenti validi, e pochi contanti, meglio viaggiare utilizzando carta di credito per i pagamenti), chiavi di casa e auto, fazzoletti, e oggetti che possono essere utili in caso di lunghe attese (io porto con me anche il caricabatterie, non si sa mai). Se assumete regolarmente/giornalmente dei farmaci non lasciateli in valigia, ma portateli con voi. 
Molti di voi si staranno chiedendo "ma perchè ce lo dice? io già lo so!", purtroppo non tutti lo sanno, infatti capita spesso di vedere in aeroporto persone all'ufficio Lost&Found, che hanno perso i bagagli con tutte le loro cose dentro, e magari costrette a chiamare amici/parenti perchè tutte le chiavi e chissà cos'altro erano nella valigia. Allora non è meglio evitare tutti questi problemi? certo può succedere di smarrire la valigia, ma è meglio tenere il necessario sempre a portata di mano. 


Piccoli consigli extra:

Spesso alcune compagnie aeree (soprattutto quelle low cost), impongono di portare un solo bagaglio a mano, il ché significa che possiamo portare solo il trolley o la borsa a mano! Anche a me è successo viaggiando con una famosa compagnia aerea low cost, ma allora vi starete chiedendo come aggirare l'ostacolo? devo imbarcare per forza il trolley?... 
Un modo esiste ed è molto semplice e senza pagare sovrapprezzi (ovviamente sempre che il vostro trolley non superi il peso standard stabilito dalla compagnia per i bagagli a mano): dunque se il vostro trolley dispone di una tasca esterna di quelle abbastanza capienti possiamo semplicemente lasciarla vuota o mezza vuota (dipende dallo spazio) per metterci dentro la nostra borsa con tutte le nostre cose sopra elencate! e una volta superati check in, controlli di sicurezza e imbarco, arriviamo sull'aereo e prima di mettere in cappelliera il trolley PUFFFF tirare fuori la nostra borsa! e il gioco è fatto! Niente sovraprezzi, niente stiva bagagli! 

Provateci anche voi, con me ha funzionato alla grande!



Buone vacanze!
Divertitevi! Vi aspetto sui nostri canali social in cui troverete foto e video di viaggi!