SFRICONE...la ricetta semplice ma sincera... l'originale



cosa compone lo sfricone biscegliese:

Pomodorini:
ero bambina quando vedevo nei portoni, quelli di una volta con i grandi androni aperti, dove fuori dall'uscio di casa si salutavano tutti affettuosamente, dove si. Si sapeva tutto di tutti ma c'era solidarietà. Quella vera!
Dicevo...vedevo anziani vicino a cassette di  pomodorini rosso chiaro....appesi, attaccati ancora al loro peduncolo, mentre le nonnine e i nonnini "armati" di spago, creavano collane con questi pomodorini profumati. Il suddetto "impiego" era riservato anche per il resto dei componenti, era un momento di aggregazione familiare, di amicizia e di coinquilini...
Sponsali:
gli sponsali fanno parte di un'altro prodotto tipico della Terra di Puglia e quindi della cucina pugliese.
Sembrano porri ma non sono. Sono cipolle verdi tagliate prima che diventino bulbo.
Probabilmente lo sfricone cosi chiamato, deriva dal suono della cipolla che soffrigge...scfrr!!
Peperoncini i piü..piüü...piüüü piccanti!!!

INGREDIENTI e
RICETTA DELLO SFRICONE
500 gr di sponsali
500 gr di pomodorini
sale q.b.
peperoncino...abbondare
olio
pane casereccio tipico pugliese, affettato.

Pulire gli sponsali, tagliando una piccola parte dalla testa. Sfogliarli di 2 o 3 strati, tagliarli a piccoli tocchetti. Versare l'olio in una padella di media grandezza, far soffriggere (sfrsc, in biscegliese; quindi scfricone ;-P) gli sponsali per qualche minuto, chi preferisce puö sbollentarli prima in acqua; poi aggiungere i pomodorini. Il peperoncino in quantita massicce regolatevi con il vostro livello di sopportazione ;-P. Quindi salare a piacere.
Cuocere per 30 minuti a fuoco medio.
Servire bollente con il pane affettato
Vino: certamente un corposo rosso pugliese.
BUON APPETITO!!!...e preparatevi l'estintore.....


ll blog è in collaborazione con il 

indirizzo email: cestchic.ch@gmail.com