Un belPaese ingiusto




C'è poco da aggiungere a questa riflessione del bravissimo giornalista, mio con"terrone" (fiera di esserlo) Pino Aprile*.  Posso solo confermare in base ad un vissuto in prima persona, di come si impoverisce sempre di piú un Sud ricco di cultura, tradizioni, creatività...ma quando mancano i mezzi necessari, in questo caso fondi, moneta suonante rubata; puoi fare sforzi, sacrifici, attivarti, ma sei sempre indietro. Vedi alcune famiglie famose del nord anche con gli pseudodisastri finanziari o con gli sperperi degli eredi, chissà come mai sono sempre a galla e sempre aiutati. Al Sud abbiamo avuto il periodo, dagli 80' in poi, delle piccole aziende, ricamifici, tomaifici, borsettifici etc...-Io personalemente in quegli anni ho lavorato, per qualche mese, presso uno di questi ricamifici, e vi assicuro che il lavoro non era affatto una passeggiata, eppure c'erano ragazze votate al sacrificio di andare meno in bagno, per esempio, pur di mantenere il posto di lavoro (schiavitú) 9 hh al giorno, e, la sera prima di andar via a turno si doveva lasciare tutto pulito.-  Alcuni datori di lavoro per sopravvivere dovevano tenere la gente al nero, c'è chi poi ovviamente approfittava della mancanza di controllo e dell'omertà di chi aveva bisogno di lavorare, e ci ha marciato alla grande. Il nocciolo della questione è che il Sud anno per anno accumula disavanzi dovuti a furti mai risarciti, non c'erano assicurazioni o garanzie come per le banche che continuiamo salvare, pure se soldi non ce ne sono. Dicono. Non a caso aumentano i casi di persone che si lanciano giú dai balconi, perchè spaventati da cartelle di recupero crediti o da telefonate assidue ed invasive, ovviamente perpetrate a persone che comunque sono arrivate a quella situazione per essersi messe in gioco...evitiamo di parlare delle grandi famiglie storiche, di ladri legalizzati, italiane. Va bene, tutto ció fa parte del passato "prossimo", peró cosa c'è per il futuro? Io ci provo a pensare positivo, anzi credo sempre che si puó cambiare in meglio. Credo a babbo natale? che dite? e perchè no?! se puó servire?! Comunque grazie ad Enrico Lucci per questa trasmissione che rende possibile la diffusione di notizie cosi importanti, e soprattutto vere.
*Pino Aprile (Gioia del Colle, 20 febbraio 1950) è un giornalista e scrittore italiano. fonte Wikipedia




un grazie a Francesco da Guadalupe, per avermi segnalato il video, non guardando la tv mi era sfuggito. Grazie 😎




indirizzo email: cestchic.ch@gmail.com

Crescere è : Sono connessa alla Terra col Cuore, Amo essere Qui, trovarmi Qui, quando Amo la Terra Amo anche la mia Bambina Interiore. Ecco l'Abbondanza di Amore ed Economica. Cosi è! (n.d.r.)©