Curiosità a tema....Disney e non solo: Cenerentola

Oggi parliamo di Cenerentola...

La fiaba di Cenerentola ha origini molto antiche, è stata raccontata in piu di 300 varianti ma la prima versione è senz'altro quella che nasce nell'antica Cina, questo spiega la particolarità principale della storia, i piedi molto piccoli della protagonista, notoriamente segno di nobiltà e distinzione nella cultura cinese. 





In effetti, la versione cinese enfatizzava il fatto che Cenerentola (chiamata Yen-Shen) avesse "i piedi più piccoli del regno"

Nelle versioni occidentali e successive, che hanno perso questa premessa, è perciò abbastanza oscuro il motivo per cui il principe si aspetti che una sola ragazza nel regno sia in grado di indossare la scarpina ritrovata. 

















Helene Stanley, modella in rotocalco di Cenerentola, fu usata da Walt Disney anche per ispirare la Principessa Aurora e Anita Radcliffe de "La Carica dei 101", ma anche la buffa sorellastra Anastasia Tremaine, !

Direi che, esclusa la buffa sorellastra di Cenerentola, le altre tre bellezze si somigliano tutte in effetti!










Che la scarpina di Cenerentola fosse "di cristallo" è vero solo nella versione di Perrault e in quelle derivate (per esempio nella Cenerentola di Disney), e la variante pare originata da un equivoco di traduzioni. Infatti tra i due nomi francesi con lo stesso suono "vair" (il vaio, piccolo roditore simile all'ermellino, della cui pelliccia era rivestita in versioni precedenti della fiaba la scarpina) e "verre" (vetro) la somiglianza di pronuncia è davvero tanta. Nella variante dei fratelli Grimm si trattava di una scarpetta d'oro.











Cenerentola è molto famosa per il suo abito da ballo, si tratta di quello regalatole dalla Fata Smemorina. Bianco e argentato, l'abito è caratterizzato dal suo scintillio ed è accompagnato dalle famose scarpette di cristallo. Questo vestito è stato a volte ricolorato e reso azzurro, il colore con cui Cenerentola viene oggi raffigurata.

Nell'abito di Cenerentola possiamo notare delle analogie con la moda Ottocentesca. Sembra infatti che, pur se romanzato e "cartonizzato" l'abito di Cenerentola abbia una sorta di sellino, sopra la stoffa anziché sotto le sottogonne come si portava realmente nel XIX secolo. Infatti i classici abiti Ottocenteschi sono caratterizzati da un corsetto che stringe molto il punto vita ma non scollato e con un’armatura a gabbia per la gonna per renderla molto voluminosa, tutte caratteristiche appartenenti all'abito di Cenerentola.

Per quanto riguarda l'acconciatura invece si torna, come per Biancaneve, agli anni in cui è stato realizzato il film uscito nel 1950, ritroviamo quindi una classica acconciatura da sera tipica degli anni '40, inizio '50 

(e a proposito di acconciature vi ricordiamo che noi di C'est chic!, realizziamo acconciature e trucco per ballo, e potete visitare il nostro sito http://cestchic-ch.weebly.com/, o contattarci al nostro indirizzo email cestchic.ch@gmail.com)










La versione italiana di Cenerentola (1950) è l'unica in cui nella narrazione iniziale si specifica che "Cenerentola" (Cinderella) è un nomignolo della protagonista. In tutte le altre traduzioni e nella versione originale , molto frettolosamente, Cinderella è semplicemente il nome proprio della protagonista.











La nostra bella principessa è conosciuta col nome di "Cenerentola", e nella fiaba dei fratelli Grimm non si nomina mai il suo nome, ma ci sono molte versioni della storia: In una di queste, quella di Perrault, si chiama Zezolla (diminutivo di Lucrezia) .... proprio come me, wow!!! 






E inoltre...sapevate che il castello di Cenerentola è stato realizzato prendendo spunto dal Castello di Neuschwanstein realmente esistente... si trova vicino a Füssen. È il castello delle favole per eccellenza, che ogni anno attira un milione di visitatori da tutto il mondo e che è rappresentato in innumerevoli quadri, foto, puzzle, calendari e altre illustrazioni. L'hanno persino copiato a "Disneyland". Il castello di Neuschwanstein è uno dei simboli della Baviera. 








Continuiamo con le notizie....


Sapete che...

Uscirono tantissime edizioni di Cenerentola?

La prima tra tutte nel 1992 era la Prima edizione VHS con una versione classica del film senza restauri, nel 1998 la seconda edizione VHS che conteneva una versione restaurata del film, e la Platinum Edition che fu la terza e ultima edizione in VHS nel 2005 insieme alla prima edizione in DVD e il film era restaurato in Digitale.
Finì poi l'epoca delle VHS e arrivarono i DVD, sempre nel 2005 vi fu anche una Platinum Edition che conteneva due DVD del classico Cenerentola e Cenerentola II.
Nel 2006 arrivo una seconda Platinum Edition, una riedizione del DVD precedente in edizione a due dischi. Essa conteneva tutti i contenuti speciali dell'edizione precedente.
La Terza Edizione, la Diamond Edition nel 2012, con nuovi contenuti speciali e anche in versione cofanetto con i 2 sequel. Ed insieme a questa uscita arrivo anche la versione in BluRay.
E infine la Quarta edizione la "I Classici Disney" nel 2015, all'interno della raccolta I Classici Disney include anche i DVD degli altri classici. Questa nuova edizione includerà probabilmente il film in versione completamente restaurata e buona parte dei contenuti speciali della Diamond Edition. 

Voi quale avete?? io avevo la prima edizione VHS, da bambina avro' consumato la videocassetta!!




Parliamo un po' del principe di Cenerentola...
Negli anni '50 per problemi di budget Cenerentola fu girato prevalentemente in live action. 

Jeffrey Stone (a destra) fu il modello live action per il Principe Christopher.

Nel cartone animato Disney al Principe Azzurro vengono dedicate solo tre comparsate. Registi e scrittori hanno affermato che il lavoro fatto sul Principe è stato complesso: sono partiti studiando libri come Meditazioni di Marco Aurelio e Il Principe di Machiavelli, finendo poi per osservare comportamenti e abitudini di molte famiglie reali, tra cui soprattutto quella del Principato di Monaco. Il risultato è l’uomo che tutte le donne vorrebbero: bello, gentile, intelligente, prestante fisicamente, ricco e ha anche un castello... Che volere di piu??




Nello sviluppo della storia il principe‬ fa ben poco! 

Completamente invisibile al di là del suo ruolo risolutivo, praticamente muto per tutto il film, anche lui come Cenerentola‬, proietta ogni sua azione e caratterizzazione sul re suo padre e sul granduca, altre spalle comiche del film.

Fortunatamente nei sequel, il principe ha modo di farsi conoscere un po' di piu.




Altra piccola curiosità Anni prima dell'uscita del film si stava lavorando ad una silly symphony basata su Cenerentola e in questa occasione le buffe sorellastre avrebbero dovuto chiamarsi Flora‬ e Fauna‬.. chi vi ricordano questi nomi??... le fatine della Bella Addormentata nel bosco!!!





Parleremo ancora di altre simpatiche curiosità....

Vi ricordiamo che il nostro blog è in collaborazione con il sito web: http://cestchic-ch.weebly.com/,  e potete inoltre contattarci all'indirizzo email: cestchic.ch@gmail.com

Fonte: LeprincipesseDisney